Skip to main content
Article
Società in liquidazione e requisiti dimensionali di fallibilità
Corriere del merito, 2009, fasc. 1, pp. 29 – 32 (2009)
  • Ferdinando Bruno
Abstract

La circostanza che un’impresa sia in liquidazione non esclude necessariamente la sua valenza come struttura organizzata e quindi come struttura in qualche modo ricollocabile nel mercato, così come non è da escludere la utilità di un procedimento concorsuale nel caso di una significativa debitoria. Quindi bisogna vedere di adeguare, ove necessario, i criteri indicati dalla legge alla nuova finalità della struttura aziendale, non più vista in prospettiva di continuazione, bensì vista in termini liquidatori. Dunque, l’ammontare dell’attivo patrimoniale andrà valutato in base ai valori di bilancio di liquidazione o, in mancanza di bilanci, a valori di mercato. I ricavi lordi, potranno essere costituiti dai ricavi di liquidazione, eventualmente sommati ai ricavi lordi di esercizio, se è proseguita l’attività di impresa. Per i debiti, infine, il tipo di valutazione resta del tutto identico, tanto se l’impresa sia tuttora in esercizio quanto se si trovi in stato di liquidazione.

Keywords
  • Società in liquidazione e requisiti dimensionali di fallibilitàCorriere del merito,
  • 2009,
  • fasc. 1,
  • pp. 29 – 32
Disciplines
Publication Date
2009
Citation Information
Ferdinando Bruno. "Società in liquidazione e requisiti dimensionali di fallibilità" Corriere del merito, 2009, fasc. 1, pp. 29 – 32 (2009)
Available at: http://works.bepress.com/ferdinando_bruno/63/